Attualità

Diritti e tutele del consumatore: come comportarsi?

Il rapporto con il consumatore obbliga l’installatore ad assumere comportamenti specifici, soprattutto in tema di responsabilità e tutele. Impariamo a conoscere i vostri obblighi professionali

È risaputo che, quando il cliente è un consumatore, questo solo fatto lo rende destinatario di particolari forme di tutela legale. Esiste un Codice del Consumo volto a definire la protezione della parte considerata maggiormente “debole”; quello che forse sarebbe necessario approfondire è in quale modo tali previsioni possano incidere sull’attività tipica dell’installatore elettrico.

Ma innanzitutto…

Chi è un consumatore?

Il Codice del Consumo definisce il consumatore la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale da questi eventualmente svolta. Si tratta dunque di una persona (non un ente o società!) che richiede il nostro intervento in un contesto non riconducibile alla sua attività professionale.

Un esempio: se il dottor Rossi chiede di realizzare un’installazione presso il proprio studio medico, il rapporto sarà tra soggetti professionali; ma se il dottor Rossi incaricasse l’installatore di rifare l’impianto elettrico di casa propria, questo non avrebbe alcuna attinenza con l’attività del medesimo, e pertanto dovremo considerarlo consumatore.

Occorre poi rammentare che, laddove si ponga in essere un rapporto contrattuale con tale soggetto (si tenga presente che la giurisprudenza riconosce la qualifica di consumatore anche al condominio), le clausole che determinano a carico di questo un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto si considerano vessatorie, e pertanto nulle (a meno che non vi sia stata specifica trattativa individuale).

E questo indipendentemente dalla buona fede delle parti.

Alcune ipotesi di clausole ritenute vessatorie sono: l’esclusione o limitazione della responsabilità del professionista in caso di morte o danno al consumatore risultante da un fatto o da un'omissione del professionista; l’esclusione o limitazione di azioni legali nei confronti del professionista in caso di inadempimento di questo; il riconoscere al solo professionista e non anche al consumatore la facoltà di recedere dal contratto.

Al fine di stipulare correttamente il contratto con il consumatore, occorre dunque tenere presente alcuni elementi fondamentali per il puntuale inquadramento del rapporto e la gestione del medesimo.

In particolare, agli artt. 128 ss. del Codice del Consumo troviamo una serie di disposizioni disciplinanti la vendita di beni di consumo.

 

Ma attenzione: nell’applicazione di queste norme, ai contratti di vendita sono equiparati altri contratti tra i quali l’appalto, il contatto d’opera, e tutti gli altri contratti comunque finalizzati alla fornitura di beni di consumo da fabbricare o produrre.

Di conseguenza, tali regole potranno trovare applicazione in un contesto più ampio rispetto a quello della vendita in senso stretto, e che possono coinvolgere anche attività tipiche dell’installatore.

Al consumatore devono essere consegnati beni conformi al contratto di vendita, idonei all'uso cui servono abitualmente e che siano conformi alla descrizione fattane.

Se al momento della conclusione del contratto vi è stata indicazione da parte del consumatore di un uso particolare, la conformità sarà valutata anche in tale senso.

Si noti che quando l'installazione del bene è compresa nel contratto di vendita ed è stata effettuata dal venditore o sotto la sua responsabilità, l’eventuale difetto di conformità derivante dall'imperfetta installazione del bene di consumo è equiparato al difetto di conformità del bene stesso.

 

Ma cosa fare di fronte a una denuncia del difetto di conformità?

 

Approfondisci la questione sul numero GIE di aprile o leggi lo sfogliabile qui.

Hai una controversia legale? Un dubbio legato a una clausola contrattuale o una semplice curiosità che richiede l’intervento di un avvocato? Manda una mail a gie@dbinformation.it: ti risponderemo rapidamente e ne daremo notizia sul portale e all’interno del Giornale dell’Installatore Elettrico.