#ilSettoreElettricoNonsiFerma

Hesa – Nonostante la situazione critica, svolgiamo al meglio tutti i nostri servizi

Come si sta muovendo il settore elettrico in questa situazione di crisi?
Il Giornale dell’Installatore Elettrico sta realizzando di giorno in giorno una serie di interviste a tutti i protagonisti della filiera: produttori, distributori, associazioni di categoria e, naturalmente, installatori.
Per capire quali sono i problemi da affrontare, ma soprattutto, quali le azioni costruttive per riprendere rapidamente e con efficacia l’attività.

Intervista a Carlo Hruby, Amministratore Delegato HESA S.p.A.

Oggi il diffondersi del contagio e i Decreti messi in atto da parte del Governo hanno modificato in maniera sostanziale le normali attività operative. Come azienda, che tipo di azioni avete intrapreso?

Nel rispetto delle normative ministeriali vigenti adottate per far fronte all’emergenza Covid-19, la nostra Azienda garantisce la distribuzione dei prodotti e l’assistenza tecnica e commerciale sull’intero territorio italiano. Nonostante la situazione critica lo svolgimento di tutti i nostri servizi si sta svolgendo al meglio, in quanto i nostri Uffici sono in piena operatività, seppure chiusi al pubblico, e tutti i funzionari commerciali sono raggiungibili telefonicamente, come sempre. Inoltre, abbiamo deciso di venire ulteriormente incontro ai nostri clienti con aiuti concreti, quali particolari dilazioni di pagamento, per consentirgli di rifornire al meglio i magazzini anche in vista di eventuali disagi nei trasporti.

Inutile oggi fare delle sterili ipotesi sul futuro a breve/medio termine; ciononostante è chiaro che, in questo caso, si tratta di una “crisi” a tempo, nulla a che vedere con il recente passato. Guardando però in prospettiva, è giusto sottolineare come, di necessità virtù, ci siamo dovuti adattare (e rapidamente) a nuove modalità di lavoro. A emergenza conclusa sarà necessario far tesoro di queste esperienze? Cosa potrebbe cambiare anche per il settore che vi vede protagonisti?

Gli strumenti che oggi la tecnologia ci offre ci consentono di superare le barriere e i confini, e sono davvero utili per venire incontro alle esigenze dei professionisti della sicurezza e a raggiungerli in ogni parte d’Italia. La gestione da remoto della manutenzione impiantistica è per noi una prassi consolidata ormai da anni – fin dalla creazione del Gruppo Italiano Telesicurezza (GIT) , nel 1991 – e ci consente di offrire assistenza a tutti i nostri clienti installatori, ovunque si trovino e in totale sicurezza.

Le possibilità offerte dalle moderne tecnologie sono davvero interessanti e molteplici e in questi giorni stiamo invitando i nostri Clienti ad affiancare sempre di più l’utilizzo dei nostri canali tradizionali con la pratica dell’acquisto online, l’utilizzo di Telegram, Skype e WhatsApp. I webinar tecnico-commerciali, che sono per HESA già una realtà, oggi rappresentano la risorsa che ci consente di proseguire con regolarità i nostri appuntamenti formativi. La scorsa settimana, ad esempio, abbiamo trasformato tre delle tappe del nostro HESA Roadshow 2020 in un webinar che si è svolto in diretta straming, in totale sicurezza, dalla sede HESA di Milano in collegamento con i tecnici dei costruttori. Sarà certamente utile in futuro continuare a fare tesoro di queste esperienze, sia per noi che già le pratichiamo da tempo, sia per gli operatori che le stanno sperimentando per la prima volta in questi giorni. Tutto questo rappresenta per il nostro settore l’opportunità per fare un salto di qualità, avvalendosi sempre di più delle potenzialità offerte dalle moderne tecnologie.

In ultimo, se dovesse suggerire oggi una strategia agli installatori (artigiani o realtà più strutturate) sia per l’immediato sia per la ripresa delle normali attività che li vedrà coinvolti nei prossimi mesi, che tipo di consigli si sente di dar loro? Come sarà possibile “sfruttare” al meglio questa situazione?

Il mio consiglio ai professionisti del nostro settore è quello di non fermarsi, di sfruttare questo momento per aggiornarsi e per cercare di apprendere nel dettaglio il funzionamento e le potenzialità di sistemi di livello più alto rispetto a quelli che magari utilizzano abitualmente per le loro installazioni. Sistemi modulabili, affidabili, che integrano la domotica, e che consentono all’installatore di distinguersi sul mercato per l’importante valore che la sua proposta può offrire all’utente finale.

Pensiamo al valore aggiunto che oggi può avere poter controllare in tempo reale, senza spostarsi dalla propria abitazione ma in sicurezza dal proprio smartphone, se l’evento che ha fatto scattare l’allarme nel proprio ufficio o in una casa di villeggiatura è reale o si è trattato di un falso allarme; oppure gestire da remoto l’irrigazione o il sistema di climatizzazione di una proprietà ubicata in una regione diversa da quella di residenza. Tutto questo è possibile grazie alle moderne tecnologie, disponibili nelle varie fasce di mercato. Il nostro compito in questo momento è supportare al meglio i nostri clienti con i nostri servizi all’avanguardia e il nostro know-how, affinché possano a loro volta essere operativi, competitivi e pronti a svolgere il proprio importante ruolo nei confronti degli utenti finali.

L’aggiornamento sulle potenzialità offerte dai sistemi più moderni ed evoluti oggi può rappresentare  davvero un’importante opportunità per gli installatori, perché gli permetterà di ripartire ad un livello più alto del mercato, proponendosi come professionista qualificato che si distingue per l’eccellenza e la qualità della sua proposta e che è vincente rispetto ad una concorrenza impegnata in un’inutile e dannosa battaglia sul prezzo – tipica di certi prodotti proposti attraverso i canali di vendita online – destinata a svilire e a vanificare il ruolo e la figura stessa dell’installatore.

#ilSettoreElettricoNonsiFerma