Attualità

iGuzzini presenta il proiettore per interni Robin e il binario Superrail

Un design dal potere evocativo, che supera la dimensione fisica del prodotto, è quello che rende unico Robin, il nuovo proiettore di iGuzzini disegnato dall’architetto e designer Matteo Thun. A Robin si affianca poi il binario Superrail: una combinazione perfetta per garantire una luce capace di esaltare l’architettura in qualsiasi tipo di ambiente.

L’innovazione tecnologica a beneficio delle persone e delle comunità è il tema centrale di tutte le novità che iGuzzini illuminazione – azienda specializzata nel settore dell’illuminazione architetturale – presenta quest’anno.

People Centric Lighting

Per iGuzzini continuare a investire in tecnologia significa sostenere l’innovazione sociale. Anzitutto portando il concetto di People Centric Lighting a un nuovo livello grazie allo sviluppo di soluzioni intelligenti di luce “oltre la luce” che rispondono ai bisogni dell’individuo e che si integrano perfettamente nell’architettura, sia da un punto di vista estetico che funzionale. Inoltre, promuovendo un uso creativo della luce grazie alla quale è possibile creare nuove espressioni per le città. L’illuminazione, efficace strumento per lo sviluppo urbano sostenibile, permette di valorizzare l’identità dello spazio o arricchirlo di nuovi significati grazie al suo potere evocativo.

Si tratta dell’innovativo concetto di Smart Creative Light, una luce creativa e intelligente che – grazie a soluzioni compatte e integrate nell’architettura – proietta nella città immagini e suggestioni che dialogano con le persone, in un grande museo diffuso, dal centro alla periferia. Testi, suoni, video possono quindi raccontare gli effetti di luce o semplicemente accompagnare le persone a scoprire i luoghi attraverso un’esperienza urbana multisensoriale e coinvolgente a beneficio delle persone, il tutto direttamente nello schermo del proprio smartphone attraverso un’app.

Robin, il proiettore per interni

Tra le novità presentate per il nuovo anno c’è Robin, il proiettore per interni a firma dell’arch. Matteo Thun, insieme al binario Superrail.

Il design di Robin, dal forte potere evocativo, trae ispirazione dall’aspetto estetico e dalla postura del pettirosso, animale piccolo, colorato con un carattere vivace e un canto melodioso. Il petto arancione che caratterizza l’uccellino illumina l’inverno, trasmettendo simpatia in ogni periodo dell’anno. I pettirossi, posati sui fili della luce, invitano ad alzare lo sguardo verso il cielo mentre loro, dall’alto, scrutano il nostro mondo. Così anche i proiettori Robin, piccoli e potenti, dall’alto di un binario sottile come un filo, illuminano verso il basso ruotando il vano ottico fino a 160°, oltre a ruotare anche sul piano orizzontale di 360°.

Ad aumentare la preziosità e unicità di questo proiettore, un accessorio finale personalizzabile che, progettato per accompagnare la luce oltre il binario, si ispira alle strutture reticolari nelle campanature a cupola progettate dall’Ing. Nervi. L’intreccio delle nervature costituisce un riferimento prospettico per misurare lo spazio e filtrare la luce. Grazie a una tecnologia altamente innovativa è stato possibile riprodurre esattamente la trama sottile ed elegante dell’accessorio che diventa così un elemento distintivo e identitario.

Robin può inoltre ospitare al suo interno direttamente il protocollo BLE Bluetooth Low Energy capace di ridurre al minimo il consumo di energia, limitando così la trasmissione ai momenti di sola necessità di invio comandi. Gli apparecchi collaborano tra loro creando una rete mesh intelligente, garantendo sempre il funzionamento dell’impianto, anche in caso di malfunzionamento di un prodotto. Ogni apparecchio ha un beacon a bordo e, oltre ai servizi smart quali push notification, space management e indoor navigation, si aggiunge la funzionalità di conteggio delle ore di accensione del prodotto.

Robin si ispira al carattere e alla dinamicità del pettirosso interpretandone la postura, i movimenti e l’agilità. Grazie al know-how e all’esperienza di iGuzzini nella realizzazione di soluzioni di illuminazione di alta gamma il proiettore, installato su binario Superrail, è perfetto per garantire una luce capace di esaltare l’architettura in qualsiasi tipo di ambiente, sia esso museale, hospitality & living o retail.” ha dichiarato l’arch. Matteo Thun.

Disponibile in tre dimensioni e in due varianti cromatiche (nero e bianco), Robin ha una straordinaria unicità: quella di poter essere installato su binario Superrail anche nella parte superiore, combinando così luce d’accento a luce generale continua, nella parte sottostante senza interruzioni.

Il binario Superrail

Superrail è il nuovo binario progettato da iGuzzini che si caratterizza per la miniaturizzazione (grazie ai soli 25mm di larghezza) e per la possibilità di essere composto con lunghezze infinite e in modo continuo, senza quindi effetti di giunzione. Superrail può essere installato a incasso, minimal e frame, a soffitto e/o a sospensione. Questo consente di integrare, sopra, il proiettore Robin e, contemporaneamente, inserire sotto moduli led per luce generale, offrendo una doppia soluzione di illuminazione diretta e/o indiretta senza interruzioni perché l’aggancio del proiettore non interferisce sulla continuità della linea luminosa sottostante.

Siamo molto contenti di collaborare con una figura di rilievo nel panorama internazionale dell’architettura e del design come l’arch. Thun.” afferma Massimiliano Guzzini, Vice Presidente e Chief Marketing Officer di iGuzzini illuminazione. “Con lui condividiamo valori come l’eccellenza e la grande attenzione ai dettagli che ci hanno permesso di creare insieme un apparecchio altamente performante, ma al contempo caratterizzato da un design originale ed iconico.

Oltre a Robin, Superrail può ospitare altri apparecchi a basso voltaggio della gamma iGuzzini. Inoltre, è possibile integrare accessori intelligenti come i BeCon per offrire all’ambiente soluzioni che vanno oltre la mera funzione di illuminazione.