Normativa

Impianti elettrici a bassa tensione, una pubblicazione del CEI

Comitato Elettrotecnico Italiano ha pubblicato libro sulla “Progettazione degli impianti elettrici a bassa tensione”

Nel mese di aprile 2006 usciva la prima edizione di questo libro con l’intento dichiarato di “rivolgersi a un giovane, diplomato o laureato in elettrotecnica, che voglia dedicarsi alla progettazione elettrica”. Il libro, inserito nella collana “Volumi Tecnico-Scientifici” del CEI è stato ben accolto e, a partire dal 2007, ha costituito la traccia di un corso sulla progettazione elettrica che da allora il CEI replica più volte l’anno ed al quale hanno partecipato numerosi progettisti, responsabili di uffici tecnici, personale qualificato di aziende del settore.

Dalla prima edizione sono trascorsi sette anni e, non solo la normativa è mutata; è mutato soprattutto l’approccio alla realizzazione degli impianti elettrici, ai quali viene richiesta una sempre maggiore automazione ed una riduzione dei consumi.
Lo sviluppo e la crescita significativa degli impianti fotovoltaici ed eolici hanno inoltre dato un nuovo slancio per quanto riguarda la produzione di energia elettrica da fonti ronnovabili.
Questa nuova edizione non può pertanto prescindere da quelle che saranno le linee guida per il futuro: efficienza energetica coniugata con la “home and building automation” (HBA), che non deve essere vista, come in passato, come un sistema per gli edifici (e quindi gli impianti) di pregio, ma un’applicazione indispensabile per tutte le situazioni impiantistiche, perché la bolletta energetica sarà sempre più cara ed i temi legati all’ambiente sempre più preminenti.

Accanto ai contenuti tecnici tradizionali: leggi dell’elettrotecnica, dimensionamento delle condutture, calcolo delle cadute di tensione, ecc., il volume è stato ampliato inserendo le nozioni basilari per la progettazione degli impianti che traggono la loro fonte primaria di energia del vento e del sole, nonché per suggerire tutte le possibili soluzioni per contenere il consumo di energia elettrica negli impianti di illuminazione, nei motori elettrici, negli impianti di climatizzazione e riscaldamento.

Avendo poi, come nella precedente edizione, un occhio di riguardo al giovane “aspirante progettista” sono stati conservati ed aggiornati tutti i riferimenti per la redazione dei documenti che costituiscono parte integrante del progetto elettrico (relazione illustrativa, di massima e definitiva, capitolati e contratti, piani di sicurezza, piani di manutenzione, ecc.), nonché quelli relativi alla direzione lavori e al collaudo.
Il tutto nel solco delle due direttrici fondamentali del lavoro del progettista: la realizzazione di un opera sicura ed affidabile che, ottimizzando i costi, fornisca le migliori soluzioni tecniche e, contestualmente, il rispetto delle leggi e delle norme tecniche che rappresentano il requisito imprescindibile per garantire la sicurezza delle persone e l’integrità fisica dei beni.