Attualità

La cultura dell’illuminazione secondo Helvar

Illuminazione naturale ed artificiale: l’utilizzo integrato delle fonti luminose nella progettazione. Questo il tema del seminario realizzato da Helvar a Bari lo scorso 3 dicembre

Helvar Italia ha sposato la filosofia di sostegno alla “cultura dell’illuminazione”, focalizzandosi sui sistemi di controllo e gestione della luce. L’impegno dell’azienda si realizza attraverso focus group, seminari e incontri tecnici, in cui si realizza un effettivo dialogo tra azienda e addetti ai lavori: progettisti e installatori.

Un terreno fertile di scambio utile per il brand e stimolante per i progettisti che mostrano sempre più l’esigenza di un confronto costruttivo e focalizzato su tematiche specifiche come ad esempio il risparmio energetico, argomento che Fabio Marcomin, sales manager Helvar Italia, ha trattato lo scorso 3 dicembre durante un seminario tenutosi a Bari.

 

Le parole chiave di ogni progetto Helvar sono semplicità, scalabilità, flessibilità e risparmio energetico, features garantite dal protocollo Dali – che può essere utilizzato per piccoli sistemi così come per grandi reti di interi edifici collegate al Bms – unito alla vasta gamma di prodotti Helvar che include driver Led, moduli Led, sistemi e componenti intelligenti per la gestione dell'illuminazione e reattori.

Grazie alla collaborazione con l’Associazione Italiana Donne Ingegneri e Architetti Sezione di Bari e l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari, Helvar Italia è ancora una volta protagonista nel dibattito attuale e molto sentito sull’utilizzo integrato delle sorgenti luminose nella progettazione e grazie alla sua filosofia aziendale – sintetizzata nella frase “Freedom in Lighting” – rappresenta il partner ideale per produttori di apparecchi di illuminazione, lighting designer e società di contract.