Un ospedale a prova di sovratensioni grazie a Zotup

ZOTUP ha supportato la progettazione, la direzione lavori e l’installazione nelle diverse fasi di realizzazione del sistema di protezione dai fulmini e dalle sovratensioni per l’ospedale di Alba-Bra.
Progettare e realizzare la protezione delle strutture dalla fulminazione diretta e degli impianti dalle conseguenti sovratensioni è infatti un’attività complessa che ha inizio con il procedimento della valutazione del rischio, prosegue quindi con l’accurata progettazione e scelta delle opportune misure di protezione.
L’intervento nell’ospedale di Alba-Bra ha interessato circa 150 quadri elettrici dove sono stati diverse tipologie di SPD in soluzione unipolare.

Progettare e realizzare la protezione delle strutture dalla fulminazione diretta e degli impianti dalle conseguenti sovratensioni è un’attività complessa che ha inizio con il procedimento della valutazione del rischio, prosegue con l’accurata progettazione e scelta delle opportune misure di protezione.

L’Ospedale di Alba-Bra, intitolato alla memoria degli industriali Michele e Pietro Ferrero, rappresenta un chiaro esempio di una complessa soluzione di protezione dalle sovratensioni. L’ospedale è una struttura di nuova concezione la cui costruzione è iniziata da alcuni anni a cura della MGR Verduno, di cui la società Neosia del Gruppo Maire Tecnimont è socio di maggioranza.

La prima fase delle attività è stata quella dell’elaborazione della “Valutazione del rischio da fulmine per le perdite di vite umane” (rischio di tipo R1) condotta secondo i criteri e le prescrizioni indicate nella Norma CEI EN 62305-2 Seconda edizione; la seconda fase si è focalizzata sulla progettazione delle protezioni contro le sovratensioni utilizzando scaricatori ZOTUP di nuovissima generazione.

Leggi l’articolo completo e scopri tutti i dettagli del progetto