Attualità

La tecnologia Comelit nel nuovo complesso residenziale UpTown di Milano

Per il primo Smart District di Milano, usata tecnologia Comelit, che ha fornito i sistemi di videocitofonia, videosorveglianza, antintrusione e domotica

Comelit è partner tecnologico del progetto UpTown, il primo Smart District di Milano e il primo quartiere italiano a impatto zero, interamente climatizzato da impianto geotermico e di teleriscaldamento, che gli hanno permesso di ottenere la certificazione degli edifici in classe A+.

Curato dalla società di promozione e sviluppo immobiliare EuroMilano, UpTown sta prendendo forma nell’area post-Expo di Cascina Merlata, con l’imminente conclusione del primo lotto di 137 alloggi e l’avvio dei lavori del secondo lotto di 280 appartamenti, che saranno consegnati entro la metà del 2020. Una volta ultimato, UpTown ospiterà oltre 2.000 appartamenti e una serie di servizi che lo renderanno uno dei più rilevanti poli di sviluppo lombardo. Tra i più importanti un distretto scolastico, un centro commerciale, palestre e polimambulatori anche veterinari, il tutto immerso in un parco di 300.000 mq con 3.500 alberi, aree giochi e per cani e zone attrezzate per lo sport.

Per il primo lotto di appartamenti e il secondo in costruzione, Comelit ha fornito le sue soluzioni tecnologiche per la domotica, perfettamente integrate nello stile innovativo ed elegante degli edifici, oltra a quelle per la sicurezza degli inquilini, anche nelle parti comuni.

La proposta domotica si è distinta per la sua caratteristica di intuitività, grazie a Simple Home, il sistema per la gestione delle luci e della termoregolazione multizona, oltre che per il controllo dei carichi elettrici e dei consumi. Ogni dispositivo della casa può essere attivato avvicinando una chiave con esclusiva tecnologia rfid integrata al monitor supervisore, senza interventi di programmazione. Simple Home prevede anche la gestione dell’automazione delle tapparelle e la remotizzazione di tutte le funzioni attraverso smartphone e tablet, diventando un “maggiordomo elettronico” a tutti gli effetti.

Il supervisore domotico scelto da Comelit per le abitazioni del primo lotto è Icona Manager, dal design raffinato e minimale; nel lotto in costruzione è prevista una sua evoluzione che permetterà agli utenti di UpTown, anche di gestire il sistema direttamente con la voce, attraverso gli smartspeaker, come ad esempio Google Home, e di usufruire di nuove molteplici e utilissime funzioni integrate nella app Apptown dedicata al quartiere.

Per UpTown Comelit ha curato inoltre la realizzazione del sistema videocitofonico ViP, prevedendo anche telecamere di videosorveglianza e sistemi di antintrusione. Nel sistema ViP, tutti i dispositivi sono collegati su rete LAN, dedicata o condivisa, per servire un numero di utenti illimitato, con conversazioni simultanee e senza vincoli di distanza; molto snelle anche le operazioni di manutenzione.

Per massimizzare la sicurezza, è previsto l’esclusivo Call Log, un dispositivo server di registrazione, riproduzione e archiviazione delle chiamate: questa sorta di “scatola nera” può contrastare potenziali truffe ed effrazioni perché consente di recuperare le videochiamate ricevute e riconoscere tentativi sospetti di accesso al condominio.

Non solo innovazione tecnologica ma anche la cura del design in ogni soluzione Comelit: per la videocitofonia vanno in scena ad UpTown le eleganti pulsantiere esterne 3one6 Sense, realizzate in acciaio 316, che consentono l’apertura con la stessa chiave rfid utilizzata per la domotica e l’allarme, oltre che l’invio di messaggi sia verso le pulsantiere esterne, sia verso tutti i videocitofoni interni, singolarmente o a gruppi. Grazie all’interfaccia messaggi, l’amministratore dei condomini può gestire in remoto i nomi degli inquilini e inviare comunicazioni, come convocazioni di assemblee o scadenze da pagare.

Per Comelit, UpTown non è solo una commessa prestigiosa ma anche una sfida vinta nel segno dell’innovazione, grazie soprattutto a un’elevata flessibilità progettuale e a un’offerta di prodotti ampia e qualificata, caratterizzata dalla semplicità di utilizzo, particolarmente intuitivo, che ci ha confermati partner ideale per tutti gli operatori coinvolti – commenta Osvaldo Marchetti, Key Account Project di Comelit, che ha seguito con passione il progetto in tutte le sue fasi – Abbiamo dimostrato professionalità e competenza nell’essere parte attiva e propositiva nella realizzazione di un progetto così importante e innovativo, che abbiamo seguito in ogni sua fase e dettaglio, dall’assistenza alla progettazione, fino alla sua messa in servizio, ottenendo così un significativo riconoscimento nell’ambito della prescrizione dei grandi impianti”.

Soddisfazione per la partnership anche nelle parole di Roberto Imberti, direttore commerciale di EuroMilano: “Comelit è senza dubbio una realtà dinamica e molto attenta all’innovazione. La collaborazione è iniziata dopo un’attenta selezione che EuroMilano ha condotto nel campo della domotica. Ci servivano idee e proposte che andassero oltre gli standard attuali e nella continua innovazione proposta da Comelit abbiamo trovato le soluzioni che cercavamo. UpTown è un intervento che si caratterizza per l’elevata dotazione tecnologica degli appartamenti e le soluzioni studiate da Comelit sono state le uniche in grado di mettere a sistema la domotica di alto livello che proponiamo ai nostri acquirenti: dalle tapparelle agli elettrodomestici smart, dalla musica allo smart metering, grazie a Comelit l’home connect di UpTown è il top di gamma, a un prezzo accessibile. Per noi è un piacere collaborare con un’eccellenza tutta italiana come Comelit, all’insegna di un saper fare di altissima qualità“.