Attualità

Le energie rinnovabili continuano ad avere un trend positivo secondo ANIE

Si conferma la continua crescita a 2 cifre per il settore delle rinnovabili che sembra destinato a crescere in modo stabile.

Secondo l’Osservatorio FER realizzato da ANIE Rinnovabili, associazione di Federazione ANIE, nei primi dieci mesi del 2019 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico raggiungono complessivamente circa 880 MW (+14% rispetto al 2018).

FOTOVOLTAICO

Si conferma in crescita il trend mensile delle installazioni fotovoltaiche che con 49,3 MW di settembre e ben 51,8 MW a ottobre raggiunge un totale di circa 431 MW (+16% rispetto allo stesso periodo del 2018). In aumento il numero di unità di produzione connesse (+21%) frutto principalmente delle detrazioni fiscali per il cittadino.

Le regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di potenza sono Basilicata, Campania, Marche, Molise e Sicilia, mentre quelle con il maggior decremento sono Calabria e Sardegna. Tutte le regioni hanno registrato un incremento in termini di unità di produzione; quelle con incremento maggiore sono Basilicata, Marche, Molise e Puglia. Gli impianti di tipo residenziale (fino a 20 kW) costituiscono il 53% della nuova potenza installata nel 2019.

Da segnalare l’attivazione di alcuni grandi impianti: a settembre 2019 uno da oltre 6 MW in Sicilia in provincia di Siracusa e uno da circa 1,2 MW in Lombardia in provincia di Pavia; nel mese di ottobre 2019 un impianto da 4,6 MW in Veneto in provincia di Venezia e uno da 1,2 MW in Emilia Romagna in provincia di Bologna.

EOLICO

Stop per l’eolico nel mese di settembre con nessun impianto attivato, mentre a ottobre si è registrata l’attivazione di soli due impianti per circa 900 kW di potenza. Complessivamente il 2019 per l’eolico risulta ancora in crescita con circa 413 MW (+54% rispetto allo stesso periodo del 2018). In calo, invece, il numero di unità di produzione connesse (-67% rispetto al 2018) considerato che i nuovi impianti eolici installati sono per la quasi totalità (99,9%) di taglia superiore ai 200 kW.

Per quanto riguarda la diffusione territoriale, la maggior parte della potenza connessa (90%) è localizzata nelle regioni del Sud Italia.

IDROELETTRICO

Soltanto 95 kW di potenza idroelettrica nel mese di settembre 2019, mentre a ottobre sono stati attivati alcuni impianti di grande taglia: in Piemonte uno a circa 2,4 MW in provincia di Torino e uno da 1,1 MW in provincia di Cuneo; un impianto da 1,2 MW in Trentino Alto Adige in provincia di Bolzano.

Complessivamente le installazioni idroelettriche nel 2019 (36 MW) risultano in calo (-73% rispetto al 2018). Si registra un piccolo incremento (+3%) per le unità di produzione rispetto allo stesso periodo del 2018.

Le regioni che hanno registrato il maggior incremento di potenza rispetto all’anno precedente sono Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta. Gli impianti idroelettrici di taglia inferiore a 1 MW connessi nel 2019 costituiscono il 30% del totale installato.

BIOENERGIE

Complessivamente, sulla base dei dati disponibili fino al 30 settembre 2019 il contributo delle bioenergie è stato positivo con 13 MW di potenza aggiuntiva per un totale di 45 nuovi impianti.

MERCATO ELETTRICO

Nel mese di ottobre 2019 si registra una riduzione del PUN e dei prezzi zonali rispetto al 2018. Per quanto riguarda MSD ex-ante (Mercato Servizi Dispacciamento ex-ante) e MB (Mercato Bilanciamento) si sono registrate riduzioni nei prezzi medi a scendere mentre un incremento nei prezzi medi a salire rispetto al 2018.