Uniko, la rivoluzione nel mondo dei comandi

Sia l’installatore sia il cliente finale sono sempre più alla ricerca di soluzioni intelligenti che possano rendere l’abitazione pratica e funzionale, in grado di rispondere in modo concreto alle necessità quotidiane. I prodotti di 4box nascono proprio con questo obiettivo: semplificare la vita quotidiana di installatori e utenti finali.

Prese e comandi hanno subito nel corso dei decenni attenzioni diverse da parte delle aziende produttrici, al fine di innovare e rivoluzionare il modo con cui accendere una lampadina o comandare un carico. È stata fatta molta ricerca: basti pensare ai comandi a frizione o coltello di fine 800, a quelli primordiali a leva di inizio 900, successivamente a quelli classici detti basculanti ancora in uso oggi fino ai comandi assiali introdotti negli anni 2000 e a quelli di ultima generazione di tipo elettronico di tipo touch, detti a sfioramento.

Tra l’altro il comparto dei comandi per le serie civili è davvero molto ricco; nonostante la crisi degli ultimi anni che ha ridimensionato i volumi in gioco ogni anno in Italia si producono e vendono milioni e milioni di pezzi. Si calcola che nel 2018 sono stati più di 20 milioni i comandi nelle diverse tipologie (interruttori, deviatori, invertitori e pulsanti) che sono stati immessi sul mercato dalle diverse e numerose aziende produttrici. È in questo contesto che 4box ha raccolto la sfida di creare qualcosa di nuovo che potesse rappresentare una vera e propria rivoluzione nel mondo dei comandi, pensando sempre a idee semplici ma che possano semplificare e dare maggiore valore a un gesto che chiunque compie più volte durante tutti i giorni della sua vita, cioè quello di accendere o spegnere una lampadina.

 

L’intervista a Ivan Di Dio, Direttore Commerciale & Marketing di 4box

Abbiamo intervistato Ivan Di Dio, Direttore Commerciale & Marketing di 4box: a lui il compito di raccontarci le principali opportunità che Uniko mette a disposizione dei professionisti del settore.

 

Giocando inevitabilmente con le parole, Uniko è davvero un prodotto unico: di fatto rappresenta una rivoluzione nell’intera filiera elettrica. Il distributore, l’installatore e, di conseguenza, l’utente finale possono contare su una serie di vantaggi che stravolgono le dinamiche attuate fino ad ora in fase di progettazione dell’impianto.

Partiamo con ordine: il grossista di materiale elettrico grazie a Uniko potrà contare su una semplificazione nella gestione del magazzino non indifferente. Prodotti più facilmente reperibili, versatili rispetto alle molteplici compatibilità dei principali brand di mercato, insomma: un prodotto a misura di distributore. Di quali altri opportunità può godere la filiera distributiva e in concreto quali saranno i benefici per i suoi clienti? L’obiettivo di 4box è fornire al distributore nuove argomentazioni di vendita che vadano oltre il semplice “quanto costa” o “che sconto mi fai”. Tutte le nostre soluzioni nascono per dare del valore aggiunto a quello che il distributore normalmente già vende senza stravolgere i rapporti consolidati che hanno con realtà che sono sul mercato da decenni e sviluppano fatturati tali per cui definirli “concorrenti” sarebbe da parte nostra pura presunzione. Il vantaggio logistico di Uniko appare evidente a tutti, credo, chiediamo al distributore di darci la possibilità di fare conoscere le nostre innovazioni all’installatore. I classici comandi sono oggetti banali e banalizzati ma rappresentano un mercato molto ricco, nonostante la riduzione dei volumi degli ultimi anni. In cambio, a chi crede nel nostro progetto riconosciamo una marginalità importante e supportiamo il distributore con attività di promozione sui punti vendita e sul territorio.

 

Da parte sua, invece, l’installatore sarà senz’altro il primo a rendersi conto dei vantaggi quotidiani rispetto a questa inedita soluzione: mai più errori in fase di acquisto maggiore flessibilità durante l’esecuzione dell’opera (con la possibilità di modificare il progetto iniziale), possibilità di gestire un’unica referenza per qualsiasi tipo di progetto. Di fatto, quanto potrà cambiare la sua tradizionale attività?

Il nostro obiettivo con l’installatore è fornirgli delle novità che semplifichino il lavoro senza modificare le abitudini installative. Uniko, Side e Wide così come USB2.4 vanno in questa direzione. Se Side, Wide e USB2.4 danno dei vantaggi oggettivi a chi ha il prodotto installato nella propria abitazione, Uniko è stato pensato per l’installatore in quanto al cliente finale non cambia assolutamente nulla nel modo in cui gestisce il proprio impianto elettrico. Uniko semplifica e ottimizza il lavoro dell’installatore. Siamo certi che una volta provato il nostro nuovo comando multifunzione l’installatore non tornerà più indietro.

 

Per l’installatore sarà necessario formarsi adeguatamente per poter utilizzare questa soluzione, oppure l’immediatezza nell’utilizzo e la pratica saranno sufficienti?

L’installatore sa che con un invertitore opportunamente collegato si possono realizzare anche deviate e interrotte. Ma nessuno a oggi lo fa perché il costo dell’invertitore va dal doppio al quadruplo a seconda della serie civile scelta. In ogni caso abbiamo previsto che ogni comando sarà accompagnato da immagini e istruzioni semplici e chiare che renderanno l’utilizzo di Uniko immediato.

 

In ultimo per l’utente finale, quindi il cliente dell’installatore: siete in qualche modo riusciti a stimare i vantaggi economici derivanti dall’utilizzo di questa soluzione rispetto a un impianto elettrico “standard”? Per l’installatore non ci sarà in qualche modo un rischio di vedere ridotti i propri margini o i ricarichi sulla vendita del prodotto?

Il nostro cliente di riferimento è l’installatore che non “vende” i singoli comandi ma propone al proprio cliente l’impianto elettrico finito. Spesso poi il professionista declina l’offerta, fra le altre voci, in punti luce. I comandi si distinguono a loro volta, fra gli altri, in punti interrotti, deviati, invertiti. Il costo comprende oltre al materiale (scatola d’incasso, tubo corrugato, cavi, comando, supporto, placca) la manodopera. Quindi la convenienza del nostro comando va a beneficio dell’installatore, che “annega” il costo che sostiene all’interno di quanto abbiamo detto.